Il Jazz day va a scuola (da casa)!

Il Jazz day va a scuola (da casa)! è un progetto di concerti interattivi elaborato per l’International jazz Day Unesco dall’associazione il “Jazz va a scuola” in collaborazione con il Comitato nazionale per l’apprendimento pratico della musica per tutti gli studenti del Ministero dell’Istruzione. Ogni scuola durante le ore di didattica a distanza già in corso, ha invitato “in classe” un musicista jazz il 30 aprile, giornata mondiale del jazz, che ha tenuto un breve concerto, illustrato la sua visione della musica, i valori etici e le caratteristiche del jazz e ha risposto alle domande e alle curiosità dei ragazzi.

È stata con noi il M° Virginia Sutera, violinista jazz che studia e lavora con diversi gruppi musicali in Italia e non solo, in ambito improvvisativo ed etno jazz.

La lezione che il Maestro ha regalato ai ragazzi è stata proprio sul valore educativo, e non solo, dell’improvvisazione musicale spontanea, che può essere più bella di quella creata a tavolino con lavoro di pazienza e riflessione, cioè la composizione. In ambito didattico-musicale l’utilizzo di modelli improvvisativi dà risultati di grande significato espressivo e di reale valore educativo. Questo perché l’improvvisazione esprimere un pensiero appena concepito.

La Docente ha voluto condividere con gli studenti un suo pensiero dopo l’esibizione, che in due momenti ha tenuto con il plesso di San Pietro a Maida e di Maida.

Un grazie da parte del Dirigente scolastico, dei docenti e degli studenti alla docente Virginia Sutera che si è approcciata ai ragazzi in modo semplice e chiaro creando in loro tanta sana curiosità.

Testo a cura della Prof.ssa Antonia Melina

Di seguito un video e una lettera che la Maestra violinista ha voluto condividere con i ragazzi:

Potrebbero interessarti anche...