Celebrata la giornata contro il bullismo e il cyberbullismo e le tossicodipendenze

  • image-12-02-22-09-01
  • image-12-02-22-09-01-1
  • image-12-02-22-09-01-2

Giovedì 10 febbraio 2022, in occasione della giornata contro il Bullismo ed il Cyberbullismo, l’IC di Maida ha organizzato un incontro di formazione coinvolgendo tutti gli studenti e le studentesse delle classi terze, quarte e quinte della scuola primaria e prime, seconde e terze della scuola secondaria di primo grado. L’incontro, fortemente voluto dal D.S. Prof. Giuseppe De Vita, si è svolto in modalità videoconferenza. Dalla sala della biblioteca della sede centrale erano presenti  il Dirigente, l’ins Angelamaria Procopio referente per la Legalità e la Cittadinanza, il presidente dell’AIDO e Ass. “Frassati” Sebastiano Senese, l’Ass. sociale Angelina Ianchello accompagnata da alcuni ospiti della comunità “Fandango” di Lamezia Terme, la Prof.ssa Graziella Ferrise referente per il Bullismo ed il Cyberbullismo d’Istituto, che ha svolto anche il ruolo di moderatrice. L’istituto comprensivo di Maida ha avuto l’onore di poter ospitare e  ascoltare in collegamento web la Dott.ssa Simonetta Costanzo, criminologa di fama nazionale, docente presso l’Università della Calabria, psicoanalista, psicodiagnosta, coadiuvante nella cattedra di psicopatologia forense presso l’Università Sapienza di Roma, criminologa in molti tribunali d’Italia, operante in processi penali e civili relativi a gravi atti criminali di allarme sociale. L’incontro ha preso inizio con i saluti del Dirigente scolastico il quale ha espresso a tutti i partecipanti  il proprio pensiero in merito a questi fenomeni, evidenziando l’importanza  della formazione e della prevenzione per alunni, famiglie, corpo docente e società civile, facendo alcuni riferimenti a ciò che ha spinto il legislatore all’emanazione della Legge n. 71/2017 “Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo”.   La dott.ssa Costanzo ha catturato l’attenzione di tutti gli alunni  che, fortemente attratti dal suo eloquio, hanno potuto conoscere meglio quali sono gli atti di bullismo e cyberbullismo, come si può imparare a non discriminare, rifiutare ed intimidire l’altro. L’esperta ha fatto un excursus sulla Legge 71/17. Successivamente, ha risposto alle domande sottoposte dagli alunni, spiegando loro che è sempre necessario parlare con i genitori e con gli insegnanti qualora ci si trovasse di fronte a vessazioni o ingiurie e/o calunnie ricevute di persona o tramite social. Gli stessi  hanno potuto, altresì, ascoltare anche le esperienze di vita e di rinascita di alcuni ospiti della comunità Fandango, momenti toccanti. In seguito il Signor Senese, come sempre, ha parlato con il “cuore in mano” ai ragazzi, manifestando loro affetto e vicinanza e, utilizzando come  trait d’union,  l’esperienza descritta nel libro #cuoriconnessi-il coraggio di alzare lo sguardo ( prodotto da UNIEURO e Polizia di Stato) leggendo successivamente anche una emozionante poesia contenuta nel libro. La dott.ssa Ianchello ha presentato la comunità “Fandango”, Comunità che accoglie, supporta, aiuta e fa rinascere molte persone che, purtroppo, sono schiave di sostanze stupefacenti e/o alcool. La docente Ferrise ha evidenziato come l’Istituto comprensivo di Maida si faccia da sempre portavoce di iniziative di promozione e contrasto  al Bullismo e Cyberbullismo con interessanti iniziative presenti nel PTOF d’Istituto. Aver potuto ospitare, in quella sede, personaggi così ricchi e preparati sulla problematica nonché ascoltare esperienze di vita vissuta, ha contribuito notevolmente ad arricchire le coscienze  di tutti i partecipanti in maniera positiva. La giornata è stata chiusa “in bellezza” con l’esibizione di Amedeo, che ha cantato e suonato con la chitarra un proprio brano.

 

 

 

Testo a cura delle insegnanti referenti

Potrebbero interessarti anche...

Skip to content